×
KTM Scarp Evo 3

KTM Scarp Evo 3

03.05.24 13:25 82Text: NoMan (Tradotto dall'IA)Foto: Staron-Photos, Warwick Purdy, KTM, NoPainGli austriaci dell'Alta Austria hanno messo mano al loro Race-Fully giusto in tempo per le Olimpiadi. La terza generazione è disponibile in tre classi di escursione da 100-140 mm e con molti nuovi dettagli.03.05.24 13:25 86

KTM Scarp Evo 3

03.05.24 13:25 86 NoMan (Tradotto dall'IA) Staron-Photos, Warwick Purdy, KTM, NoPain
  • AI generated translation
  • AI-generated translation refers to the process of using artificial intelligence, particularly machine learning models, to automatically translate text or speech from one language to another. These systems, such as neural machine translation models, analyze large datasets of multilingual content to learn patterns and associations between languages. The generated translations are based on statistical probabilities and context learned during training.
Gli austriaci dell'Alta Austria hanno messo mano al loro Race-Fully giusto in tempo per le Olimpiadi. La terza generazione è disponibile in tre classi di escursione da 100-140 mm e con molti nuovi dettagli.03.05.24 13:25 86

Ci sono attualmente undici modelli del fiore all'occhiello di KTM in termini di Cross e Down Country, e ci saranno ancora undici in futuro.
Mentre l'attuale gamma di Scarp è per lo più raggruppata attorno alla variante XC con 95/100 mm di escursione e alla versione Marathon con 115/120 mm, in futuro entreranno anche due versioni in alluminio chiamate Scarp LT con orgogliosi 140 mm di escursione sia anteriore che posteriore nel portafoglio. I rappresentanti MT in alluminio (un modello) o in carbonio (5) avranno ciascuno 120 mm di escursione, dal classico Scarp (solo in carbonio) ci saranno due pacchetti di equipaggiamento che offriranno ciascuno 100 mm di escursione e un modello di punta che offre 110 mm.

La line-up in rassegna rapida

  • Il fiore all'occhiello della flotta è il Scarp Exonic del peso di 10,25 kg con Sram XX SL Eagle AXS e guarnitura con powermeter, freni Trickstuff Piccola Carbon, sospensioni RockShox SID/SID Luxe Flight Attendant, cockpit integrato FSA KFX SIC e ruote KTM Exonic, per le quali sono responsabili Pancho Wheels e mozzi Tune.
    Il fiore all'occhiello della flotta è il Scarp Exonic del peso di 10,25 kg con Sram XX SL Eagle AXS e guarnitura con powermeter, freni Trickstuff Piccola Carbon, sospensioni RockShox SID/SID Luxe Flight Attendant, cockpit integrato FSA KFX SIC e ruote KTM Exonic, per le quali sono responsabili Pancho Wheels e mozzi Tune.
    Il fiore all'occhiello della flotta è il Scarp Exonic del peso di 10,25 kg con Sram XX SL Eagle AXS e guarnitura con powermeter, freni Trickstuff Piccola Carbon, sospensioni RockShox SID/SID Luxe Flight Attendant, cockpit integrato FSA KFX SIC e ruote KTM Exonic, per le quali sono responsabili Pancho Wheels e mozzi Tune.

Prezzi non sono stati ancora annunciati da KTM in occasione della presentazione del nuovo line-up al festival della bicicletta a Riva. Tuttavia, si prevede che il Race-Fully, diventato più versatile, rigido e intelligente, sarà disponibile nei negozi a partire dall'Eurobike nel luglio 2024 – inclusi i telai, alcuni in verniciature speciali (una volta Erlkönig e una volta Parigi).

 Dalla bici full-suspension per principianti fino alla macchina da corsa high-end 

Lo Scarp diventa più versatile
  • KTM Scarp Evo 3
  • Telaio Scarp ExonicTelaio Scarp Exonic
    Telaio Scarp Exonic
    Telaio Scarp Exonic
  • Set telaio Scarp MT ExonicSet telaio Scarp MT Exonic
    Set telaio Scarp MT Exonic
    Set telaio Scarp MT Exonic
  • Kit telaio Scarp LT 291Kit telaio Scarp LT 291
    Kit telaio Scarp LT 291
    Kit telaio Scarp LT 291
  • Il kit telaio "Paris"Il kit telaio "Paris"
    Il kit telaio "Paris"
    Il kit telaio "Paris"
  • e il set in Proto25e il set in Proto25
    e il set in Proto25
    e il set in Proto25
  • KTM Scarp Evo 3

Cinematica e Geometria

Con un po' di tuning della sospensione, dopo circa dieci anni di storia del modello e finora due revisioni radicali, specialmente in un anno olimpico, ovviamente non è sufficiente. Iniziata nell'autunno 2021, la terza generazione testata per la prima volta in gara la scorsa primavera brilla piuttosto con numerose altre modifiche, grandi e piccole.
Tuttavia, la struttura di base non è stata modificata. Lo Scarp è e rimane una bici con tecnologia Straight Line Link (abbreviato SSL), le cui strutture del sedile garantiscono sufficiente flessibilità anche senza un quarto punto di supporto sull'asse posteriore, e dovrebbe anche comportare meno forza sul telaio oltre a una buona reattività.

Tuttavia, sono stati fatti notevoli miglioramenti alla cinematica del retrotreno. "Più anti-squat" era il desiderio degli atleti della Coppa del Mondo di KTM, in particolare il probabile candidato olimpico austriaco Max Foidl. E i Mattighofener hanno consegnato: un aumento del 20%. Pertanto, rispetto al telaio precedente, lo Scarp Evo III dovrebbe comprimersi molto meno durante le partenze aggressive. Questo dovrebbe essere particolarmente vantaggioso, soprattutto su ripide salite con il grande ingranaggio, ma anche su terreno pianeggiante.
Inoltre, la curva della sospensione è stata ottimizzata. La nuova grafica promette soprattutto una maggiore sensibilità all'inizio.

  • KTM Scarp Evo 3

Dati geografici di Scarp, Scarp MT e Scarp LT a confronto

  • ScarpaScarpaScarpa
    Scarpa
    Scarpa
  • Scarp MTScarp MTScarp MT
    Scarp MT
    Scarp MT
  • Scarp LTScarp LTScarp LT
    Scarp LT
    Scarp LT

Anche la geometria è stata perfezionata per soddisfare da un lato le crescenti esigenze dei moderni percorsi XC, e dall'altro per adattarsi all'ora più ampio campo d'uso dello Scarp.
L'angolo di sterzo è stato appiattito di un grado a 67,5°, l'angolo della sella è stato reso più inclinato di 0,5°, ora misurando 71,1°. Tutte le lunghezze del tubo superiore sono cresciute di 10 mm, il che ha allungato il Reach da ad esempio 458 a 474 mm (tutti i dati per la taglia L/48, 100 mm di escursione). Lo Stack è rimasto quasi invariato, da 605 a 603 mm.

  • KTM Scarp Evo 3

Dettagli del telaio

Il Racer è disegnato in modo più sportivo che mai. Le sue forme nettamente più angolari, specialmente nei tubi superiore e inferiore, così come i cavi completamente integrati che ora scompaiono già a livello della serie sterzo nel telaio, contribuiscono significativamente a questa impressione.
Soprattutto, tuttavia, il telaio contiene dettagli che non sono immediatamente visibili a prima vista. E non si intende necessariamente l'area del movimento centrale, che è notevolmente aumentata in volume e rigidità. KTM rileva qui un aumento del 37% della rigidità verticale rispetto al modello precedente. Il valore laterale dovrebbe essere aumentato addirittura del 48%, grazie anche all'aumento della sezione trasversale del foderi catena sul lato della trasmissione.

Piuttosto, gli Upper Austrians sono orgogliosi delle presunte piccolezze che, nel complesso, dovrebbero influenzare positivamente l'affidabilità e la durata dello Scarp.
Il cuscinetto principale è ora sigillato dagli influssi ambientali dal Submarine Main Pivot - il nome serve come un indizio sulla sua resistenza contro acqua e sporco - "ermeticamente". All'interno ci sono cuscinetti flangiati ben lubrificati e sigillati, che, degno di nota, facilitano anche la sostituzione dei cuscinetti. Esternamente, un cappuccio aggiuntivo in fluoroelastomero sigilla il cuscinetto, e anche verso il telaio principale sono garantiti i massimi valori di tenuta.
La vite del cuscinetto principale nella più recente generazione di Scarp è fatta di acciaio inossidabile e può essere serrata fino a 40 Nm con una chiave a brugola da 10 mm per una tenuta sicura. A questo scopo, sono stati laminati nel telaio in carbonio degli inserti in alluminio appositamente sagomati, che sono dotati di robusti inserti filettati in acciaio.

  • Extradicht: il cuscinetto principaleExtradicht: il cuscinetto principale
    Extradicht: il cuscinetto principale
    Extradicht: il cuscinetto principale
  • A bordo: una piccola, semplice guida catena. La linea della catena è di 55 mm.A bordo: una piccola, semplice guida catena. La linea della catena è di 55 mm.
    A bordo: una piccola, semplice guida catena. La linea della catena è di 55 mm.
    A bordo: una piccola, semplice guida catena. La linea della catena è di 55 mm.
  • Quasi nel telaio: i freniQuasi nel telaio: i freni
    Quasi nel telaio: i freni
    Quasi nel telaio: i freni

Come un vero capolavoro, i Mattighofener lodano il nuovo Rocker. Si può discutere su questo punto in termini di significato stretto della parola; ciò che è certo è che l'elemento di connessione, interamente in alluminio, è completamente e bellamente lavorato CNC e pesa solo 49 grammi.
Non lontano dal Rocker c'è un'altra novità della Evo III. Il tubo superiore contiene una guida cavi nascosta per il telecomando dell'ammortizzatore. Questo dovrebbe essere compatibile con tutti gli ammortizzatori sul mercato, indipendentemente dalle diverse posizioni del telecomando o del rebound. KTM chiama questa caratteristica MWYW Shock Mount. L'acronimo sta per "mount what you want", e dovrebbe dimostrare che è possibile montare qualsiasi ammortizzatore aftermarket.

  • Il rocker fresato CNC pesa solo 49 g.Il rocker fresato CNC pesa solo 49 g.
    Il rocker fresato CNC pesa solo 49 g.
    Il rocker fresato CNC pesa solo 49 g.
  • Indipendentemente da dove, remoto e rimbalzoIndipendentemente da dove, remoto e rimbalzo
    Indipendentemente da dove, remoto e rimbalzo
    Indipendentemente da dove, remoto e rimbalzo
  • seduta: il passaggio cavi nascostoseduta: il passaggio cavi nascosto
    seduta: il passaggio cavi nascosto
    seduta: il passaggio cavi nascosto
  • dovrebbe adattarsi a tutti gli ammortizzatori.dovrebbe adattarsi a tutti gli ammortizzatori.
    dovrebbe adattarsi a tutti gli ammortizzatori.
    dovrebbe adattarsi a tutti gli ammortizzatori.
  • Il rocker nella vita reale.Il rocker nella vita reale.
    Il rocker nella vita reale.
    Il rocker nella vita reale.
  • In un supporto speciale si stringeIn un supporto speciale si stringe
    In un supporto speciale si stringe
    In un supporto speciale si stringe
  • l'HUT tra l'ammortizzatore e il tubo obliquo.l'HUT tra l'ammortizzatore e il tubo obliquo.
    l'HUT tra l'ammortizzatore e il tubo obliquo.
    l'HUT tra l'ammortizzatore e il tubo obliquo.
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3

Accanto al MWYW si aggancia il "Helpful Universal Tool", abbreviato in HUT. L'acronimo indica un minitool leggero di 73 g, sviluppato insieme a Daysafer, che può essere montato - di serie in alcuni modelli, opzionale in tutti gli altri - tramite un proprio supporto nascosto sopra l'ammortizzatore sul telaio. KTM offre con questa opzione soluzioni per due tipici problemi: i sempre più popolari vani di stivaggio nel telaio comportano svantaggi in termini di peso e rigidità. E le classiche borse da sella non sempre si adattano ai reggisella telescopici.
Lo strumento offre 13 funzioni. Oltre ai comuni chiavi Torx e chiavi esagonali, include anche uno spezzacatena, una chiave per raggi, un estrattore di nucleo valvola e leve per pneumatici. Inoltre, sono disponibili opzionalmente una Tool-Box, che trova spazio in uno dei due portaborracce, e bar-ends magnetici con Tire-Plugs.

  • KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3

Bici da testare alle porte

In definitiva, tutte queste modifiche comportano un leggero aumento del peso della cornice (+ 100 g) di 1.700 grammi. I professionisti che hanno già messo alla prova il nuovo Scarp sui noti sentieri impegnativi del Cape Epic & Co. così come sui circuiti della Coppa del Mondo in Brasile, ritengono che questo aumento di peso sia accettabile in considerazione della maggiore rigidità e della migliore trasmissione della forza, soprattutto perché la loro versione top Exonic, con 110 mm di escursione su entrambe le sospensioni, pronta per la gara e inclusa del minitool, era ancora più leggera rispetto alle bici della concorrenza.
Inoltre, i corridori professionisti lodano il miglior handling dovuto alla modificata cinematica e geometria e apprezzano, tra le altre cose, anche le migliorate capacità di arrampicata.

In che misura noi hobbisti possiamo confermare o dubitare solidamente di tutto ciò, rimane da vedere. Ciò che è certo è che vogliamo assaporare al più presto un po' dell'aria olimpica e dell'aria delle gare, e per questo motivo abbiamo già ordinato un modello per il test. Restate sintonizzati per ulteriori informazioni!

  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3KTM Scarp Evo 3
  • KTM Scarp Evo 3